Crea sito

La lisciva di cenere: metodo velocissimo!

Stamane ho rifatto la lisciva di cenere di cui vi avevo parlato qui ed ho utilizzato un metodo diverso per dividere la cenere dall’acqua che mi è costato molto meno tempo del solito!

Ma facciamo un utile ripasso:

COS’è LA LISCIVA?

La lisciva è l’acqua di cottura della cenere, per ottenerla bisogna cuocere, per circa 3 ore, 1 chilo di cenere e 5 litri d’acqua.


COME SI USA LA LISCIVA?

Con la lisviva pulisco tutte le superfici lavabili, poi aggiungo un misurino al lavaggio in lavatrice (e i miei bianchi fanno invidia a tutto il vicinato) e faccio il sapone.

La lisciva è una sorta di “soda caustica” naturale per questo ha un altissimo valore pulente.

COME SI FA LA LISCIVA?

Per preparare la lisciva occorre prendere la cenere del camino ottenuta solo dalla legna, possibilmente d’ulivo. La cenere della carbonella non va bene.
Una volta liberata la cenere dalle impurità con un setaccio oppure  uno scolariso, si mette a bollire per circa 3 ore con 5 litri d’acqua.
La fase lunga è quella che viene dopo la bollitura poichè bisogna separare l’acqua dalla cenere.
Dopo aver lasciato riposare il composto la cenere si deposita sul fondo. Ecco qualche trucco per fare una lisciva perfetta in poco tempo:

  • Prendete l’acqua dalla superficie con un mestolo facendo attenzione a non smuovere il fondo
  • lasciare riposare di nuovo e ripetere l’operazione
  • Prendere un bel canovaccio da cucina, legarlo su una pentola capiente, versare tutto il composto e lasciare che scoli da solo
  • ripetere l’ultima operazione finchè l’acqua non è chiara.

A questo punto siete pronti per sperimentare i vantaggi della lisciva e non tornerete più ai normali detersivi per l’igiene delle superfici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.