Consigli per una neomamma che nessuno avrà coraggio di dirle

CONSIGLI PER UNA NEOMAMMA

Ti guardo, barricata dietro le tue convinzioni, che cerchi un faro in mezzo alle tenebre. Mi fai tenerezza e anche un po’ rabbia perché non accetti i consigli di nessuno tranne quelli del tuo pediatra senza sapere che anche lui va a tentativi proprio come te. Sei stanca ma tutti sembrano sorvolare su questo aspetto facendoti sentire un po’ giù: possibile che nessuno capisca come ti senti?

LEGGI ANCHE: I cinque libri da regalare ad una neomamma

COSA DIRE AD UNA NEOMAMMA

Ecco cosa vorrei dirti neomamma, dal profondo del cuore.

SE SEI STANCA E UN PO’ TRISTE: E’ NORMALE!

Vorrei dirti che tutto è normale, il seno dolente, le notti in bianco e le occhiaie, il tuo sentirti triste mentre tutti ti chiedono quanto sei felice e leggo i sensi di colpa nel tuo sorriso di circostanza. Non è che non sei felice di aver avuto un bambino ma quel senso di smarrimento che provi è assolutamente normale. Lo abbiamo provato tutte ma nessuna lo ammetterà. Di fronte al tuo bimbo che piange tutte sembreranno prodighe di consigli e solo tu sembrerai smarrita. E’ normale. E no, non passerà. Forse si attenuerà ad un certo punto.

I BAMBINI PIANGONO TANTO

Il pianto di tuo figlio ti manda al manicomio. Sono coliche, reflusso, mal di pancia, freddo, fame, caldo, cacca, tiepido, pipì…tu non lo saprai mai. A volte ci azzecchi. Dice che si impara a interpretare il pianto del neonato. C’è chi ti dirà prendilo in braccio, chi mettilo giù, c’è chi penserà che lo vizi, che non lo stai educando nel modo giusto, dagli la camomilla, attaccalo al seno.

I bambini piangono tutti. E il pianto di tuo figlio ti farà stare male. Mettici pure che hai stravolto le tue abitudini di vita che niente è come prima né lo sarà mai più. Pensa solo che tuo figlio sta comunicando con te in una lingua che non conosci ma che, pian piano, imparerai ma ciò avverrà solo se, invece di ascoltare gli altri, sarai connessa con lui.

DATTI TEMPO

Non tutte le mamme provano amore a prima vista. Nessuna te lo dirà mai. Non tutte le mamme sapevano esattamente come comportarsi. Nessuna te lo dirà mai. Chiudi la porta al mondo e pensa a darti tempo. Non connetterti a internet. Non frequentare i forum. Penserai di essere una pessima madre: vedrai bambini di 3 giorni che dormono 8 ore di fila, che fanno poppate regolari e che sorridono gioiosi allo smartphone. Lascia perdere. Non è la realtà. E anche se lo fosse non è la tua realtà perché ogni bambino è diverso dall’altro e anche ogni mamma.

NON TI ISOLARE

Continua a frequentare le tue amiche ma cerca di stare solo con quelle che ti fanno sentire bene, che ti offrono sostegno e non giudizio, che ti ascoltano senza darti consigli sconclusionati. Ti diranno di riposare quando il bambino riposa…loro non lo hanno mai fatto. Non lo farai nemmeno tu. Il tuo cervello non riesce a staccare dal pensiero di quell’esserino minuscolo che potrebbe svegliarsi da un momento all’altro. E’ normale. Non puoi riposare a comando. Cerca invece di uscire, respirare e fare un bagno caldo. Trùccati e vèstiti e non stare in pigiama tutto il giorno. Invita le persone solo quando hai voglia di vederle e non per obbligo.

ACCETTA I CAMBIAMENTI

Tutto cambia con la maternità: tu cambierai e il rapporto con il tuo partner anche. Non te ne crucciare ma accetta quello che accade e parlane sempre con il tuo compagno. Cerca in lui un complice: questo rassicurerà entrambi. Anche le tue convinzioni circa la maternità cambieranno: non le ripudiare! E’ normale che i tuoi capisaldi crollino: prima non avevi un bambino e non potevi sapere come sarebbe stato!

PER APPROFONDIRE: Fascia portabebè da regalare ad una neomamma

Precedente Tabs per lavastoviglie fai da te Successivo Biglietto per la festa della mamma: le manine carezzine

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.