Mancino o destrimane? La dominanza laterale va raggiunta entro i 6 anni

Share:
Condividi

Per lateralità si intende l’insieme delle predominanze particolari dell’una o dell’altra parte simmetrica del corpo, a livello di mano, piede, occhio, orecchio; per lateralizzazione si intende il processo attraverso il quale si sviluppa la lateralità.

Sviluppo intimamente connesso con l’organizzazione, da un lato dello schema corporeo, dall’altro dello spazio e del tempo. Per quanta riguarda l’epoca in cui si stabilisce la lateralità vi sono diverse teorie; alcuni dicono che è già stabilita a quattro mesi, altri non la pongono prima dei quattro-cinque anni. In ogni caso la dominanza è fissata quando il bambino (a 6-7 anni) entra nella scuola dell’obbligo; è perciò un grave errore  intervenire prima di tale età per modificarla.  Bisogna, quindi rispettare nel bambino mancino la sua preferenza laterale almeno fino a quando non avrà raggiunto una completa evoluzione del linguaggio ed una perfetta capacità nell’esecuzione di atti complessi (apprendimento della scrittura) in quanto un intervento sul mancinismo potrebbe essere responsabile dell’insorgenza di conflitti neurofisiologici nell’ambito delle molteplici e complesse funzioni emisferiche e determinare disturbi del linguaggio (il più spesso balbuzie) ,strabismo , errori di comportamentale come: timidezza, insicurezza, instabilità o irrequietezza psicomotoria, iperemotività, enuresi, onicofagia, tics , aggressività e talora veri e propri stati ansiosi. E’ importante sottolineare  che il processo di lateralizzazione è fondamento dello stabilirsi della scrittura, del suo organizzarsi nello spazio del foglio: tutti elementi che il bambino non possiede prima dei 5- 6 anni, quando le sue possibilità motrici sono ancora globali e il tentativo di movimenti fini e precisi provoca facilmente sincinesie e ipertonie con conseguente stanchezza.

Ora, una lateralità indecisa pone il bambino di fronte a molte difficoltà, le quali (in età scolare)si ripercuotono nel campo degli apprendimenti e della vita di relazione.

Ecco alcuni consigli ed esercizi per facilitare lo sviluppo della lateralità

Le esercitazioni da fare eseguire, pur coinvolgendo globalmente il bambino devono essere più particolarmente orientate verso l’acquisizione o l’affermazione della lateralità e verso il raggiungimento della consapevolezza dei due emilati corporei:

  • Lanciare una palla contro una parete con una mano e riprenderla con ambedue le mani, poi lanciarla con un  mano e riprenderla con la stessa mano;
  • Gioco del bersaglio: colpire con un lancio, eseguito con la mano o con un calcio (colpire birilli, pupazzi, barattoli, ecc.);
  • Fare saltare dentro e fuori da un cerchio su un piede solo;
  • Saltare: con un punto di riferimento (cubetto o altro oggetto di un colore) fuori a destra e fuori a sinistra di un cerchio.

Una risposta a Mancino o destrimane? La dominanza laterale va raggiunta entro i 6 anni

  1. Cristina scrive:

    l’articolo è molto interessante ma cosa fare quando i bambini già nella scuola materna iniziano a scrivere le lettere a stampatello? E’ il caso di mia nipote che usa nello scrivere e nel colorare, e questo già da molto tempo, le due mani alternandole e girando anche lievemente il capo per cui la dottaressa di base le ha notato un occhietto lievemente strabico. Grazie per l’eventuale risposta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>